INFORMAZIONI UTILI
DURANTE L’EMERGENZA CORONAVIRUS

SCARICA IL PDF
PARTECIPA ALL'INDAGINE
SCARICA IL PDF
FAI 
CLICK
 SULL'ICONA PER LEGGERE LE MISURE DELLA SEZIONE CORRISPONDENTE

UTENZE

CASA

AUTO

DOCUMENTI

FISCO E
TRIBUTI

SERVIZI
DIGITALI

SALUTE

SPESA
A CASA

PENSIONE
A DOMICILIO

PROROGHE, SOSPENSIONI E AGEVOLAZIONI

UTENZE

TORNA SU

RINVIO
SOSPENSIONE
DELLA FORNITURA

* Per l’eventuale ulteriore rinvio della sospensione della forniture di luce, gas e acqua per morosità si invita a consultare il sito di ARERA

Con delibera 13 aprile 2020 ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente) ha ulteriormente rinviato fino al 3 maggio 2020 la sospensione della fornitura di luce gas e acqua per mancati pagamenti (morosità) delle bollette per tutte quelle famiglie e imprese per cui la procedura di distacco era stata prevista dal 10 marzo scorso. Dal 3 maggio* il fornitore dovrà riavviare tutta la procedura di sospensione e la messa in mora dell’utente.

La sospensione dei distacchi per morosità per l’elettricità riguarda i clienti in bassa tensione (3 kW/h) e per il gas quelli con consumo non superiore a 200.000 Smc/anno. Per il settore idrico si fa riferimento a tutte le tipologie di utenze domestiche e non domestiche.

BONUS
SOCIALI

Con delibera 17 marzo 2020 76/2020/R/com ARERA ha previsto che i cittadini beneficiari dei bonus sociali (luce, gas e idrico) in scadenza nel periodo 1° marzo – 30 aprile 2020* dispongano di ulteriori 60 giorni (quindi fino al 30 giugno 2020), per procedere alla richiesta di rinnovo. Nel frattempo sarà garantita la continuità del bonus.

Il bonus sociale è uno sconto sulla bolletta introdotto dal Governo e reso operativo da ARERA, con la collaborazione dei Comuni, per assicurare un risparmio sulla spesa per la fornitura di luce, gas e acqua alle famiglie in condizione di disagio economico e fisico e alle famiglie numerose.
Per accedere al bonus sociale occorre fare domanda presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulistica compilata in ogni sua parte. I moduli ed i requisiti sono reperibili sia sul sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente www.arera.it ( bonus elettrico, bonus idrico, bonus gas) sia sul sito dell’ANCI, sia sul sito di SGAte sia presso i Comuni. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet ARERA o chiamare il numero verde 800.166.654.

CASA

TORNA SU

MUTUO
PRIMA CASA

Diritto (sancito dai D.L. 9 e 18/2020 e ulteriormente ampliata dal Decreto Liquidità D.L. 8 aprile 2020) di ottenere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo prima casa per un massimo di 18 mesi con l’abbattimento del 50% degli interessi da pagare per il periodo della sospensione - tramite l’accesso al Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa - per i cittadini in situazioni di temporanea difficoltà rientranti in categorie ben precise (cassa integrazione, riduzione orario, ecc).
Sul sito Consap è possibile trovare i dettagli relativi ai requisiti e alle modalità di accesso.
Per accedere alla misura occorre compilare questo modulo, reperibile anche sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze, da consegnare, previo contatto telefonico, alla banca presso la quale è in corso il pagamento delle rate del mutuo.
Fino al 17 dicembre 2020, per tutte le ipotesi di accesso al Fondo non è richiesta la presentazione dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

ACCORDO
ABI-ASSOCIAZIONI
CONSUMATORI
DEL 22 APRILE 2020

Possibilità di ottenere la sospensione, per un massimo di 12 mesi, del pagamento delle rate dei mutui erogati prima del 31 gennaio 2020, per acquisto prima o seconda casa e su immobili non di lusso, per ristrutturazione degli stessi immobili, acquisto di immobili non adibiti ad abitazione principale, a persone fisiche che non rientrano nei benefici previsti dal capitolo precedente.
Inoltre è possibile richiedere la sospensione anche dei prestiti personali e di credito al consumo a rimborso rateale (per acquisto auto, elettrodomestici, ecc), erogati prima del 31 gennaio 2020.
La sospensione comprende anche le eventuali rate scadute e non pagate dopo il 31 gennaio 2020. La sospensione non determina l’applicazione di alcuna commissione.
Per maggiori informazioni ABI

AGEVOLAZIONI
ACQUISTO
PRIMA CASA

Ai fini del mantenimento delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa sono sospesi dal 23 febbraio al 31 dicembre 2020 i termini per:<

  • trasferire la residenza nel comune in cui è ubicata l’abitazione acquistata;
  • acquistare un altro immobile da destinare a propria abitazione principale, nel caso di rivendita della prima casa entro 5 anni dall’acquisto;
  • rivendere la prima casa già posseduta in caso di acquisto agevolato di una nuova abitazione;
  • acquistare una prima casa dopo aver alienato la precedente e ottenere un credito pari alle imposte pagate in occasione del precedente acquisto (ovvero del nuovo, se inferiori)

CANONE
LOCAZIONE

Inquilini e proprietari possono (ma non sussiste alcun obbligo in capo ai proprietari) accordarsi per una riduzione del canone di locazione in questo periodo di difficoltà.
La possibilità di ridurre il canone, in caso di difficoltà di pagamento da parte dell’inquilino, è ammessa a prescindere dalla tipologia di locazione. L’accordo, quindi, è possibile sia nel caso di locazione di immobili per uso abitativo che nel caso di locazione di immobili commerciali.
Non ci sono differenze in riferimento alla durata del contratto, né relativamente al regime fiscale di tassazione ordinaria o cedolare secca.
Per evitare di pagare le imposte sui canoni non riscossi è necessario che l’accordo sia registrato entro 30 giorni. Tale registrazione – in questo periodo di chiusura degli uffici - si può inviare on line anche senza posta certificata; è comunque possibile attendere la riapertura degli uffici in quanto lo slittamento dei termini a causa del Coronavirus riguarda anche la registrazione degli atti. Non sono dovute spese di registrazione e l’atto è esente dal bollo, come espressamente previsto dall’art. 10 del dl 133/2014.

SOSPENSIONE
SFRATTI

Con la conversione in legge del Decreto Cura Italia (D.L. 18/2020) viene sospesa fino al 1 settembre 2020 l’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili. La disposizione riguarda sia gli immobili ad uso abitativo che quelli ad uso non abitativo. Per gli sfratti derivanti da pignoramento immobiliare avente ad oggetto l’abitazione del debitore sono sospese le procedure esecutive per sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione.

CONTRIBUTO
PAGAMENTI
MUTUI PRIMA CASA


loghi
MISURA VALIDA
PER LA LOMBARDIA

Con la misura “Pacchetto famiglia” la Regione Lombardia intende concedere contributi straordinari per il pagamento del mutuo prima casa a sostegno delle famiglie che si trovano a vivere condizioni di temporanea difficoltà a seguito dell’emergenza Covid-19.
Il contributo sul mutuo consiste in un fisso una tantum pari ad euro 500,00 a nucleo familiare, riconosciuto per il pagamento della rata/delle rate del mutuo prima casa indipendentemente dall’importo della rata pagata, purché riferita all’anno solare 2020.
La domanda di contributo potrà essere presentata, esclusivamente online, a partire dal 4 maggio 2020 e fino all’11 maggio 2020. n.b.: l’accesso a questo contributo non è cumulabile con il “contributo e-learning” previsto dalla medesima misura “Pacchetto famiglia”.
Per conoscere requisiti e modalità di accesso al contributo accedere al sito di Regione Lombardia.

INQUILINI ALER


loghi
MISURA VALIDA
PER LA LOMBARDIA

Regione Lombardia e le Aziende Lombarde per l’Edilizia Residenziale Pubblica (ALER) hanno adottato una serie di misure per sostenere le famiglie in affitto. Si tratta di una prima serie di agevolazioni rivolte agli inquilini economicamente più fragili che hanno subìto una perdita economica per effetto dell’emergenza sanitaria da COVID-19. L’obiettivo è quello di garantire continuità dei servizi pubblici in questa particolare situazione sanitaria alle famiglie in affitto che oltre all’emergenza in corso stanno vivendo una situazione complessiva di forte disagio a seguito della sospensione dell’attività lavorativa e della conseguente perdita economica.
Per approfondire: Regione Lombardia.

AUTO

TORNA SU

È possibile consultare l’elenco completo di tutte le proroghe in materia di conducenti, veicoli e nautica a questo link.
Ecco le più importanti:

REVISIONE

I termini per la revisione dei veicoli (ex art. 80 C.d.s.) in scadenza fino al 31 luglio 2020 sono prorogati al 31 ottobre 2020.

RC AUTO

Non è prevista alcuna sospensione del pagamento dei premi per le assicurazioni RC veicoli a motore. Tuttavia fino al 31 luglio 2020 è portato a 30 giorni (invece dei 15 tradizionali) il periodo entro cui l’impresa di assicurazioni è tenuta a mantenere operante la garanzia prestata con il contratto assicurativo (solo per l’RCA e non per le coperture aggiuntive) in assenza di rinnovo o stipula di una nuova polizza. (articolo 125 comma 2 d.l. 18/2020).
È comunque utile verificare presso la propria compagnia assicuratrice la presenza di eventuali misure per il periodo Covid-19.

SANZIONI CODICE
DELLA STRADA

Termini pagamento ridotto del 30% per sanzioni codice della strada:
la nuova disposizione prevede che, in via del tutto eccezionale e transitoria, la somma di cui all’art. 202, comma 2 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, sia ridotta del 30% per le sanzioni notificate tra il 17 marzo e il 31 maggio 2020 se pagate entro 30 giorni (invece dei convenzionali 5) dalla contestazione o notifica della violazione. (art. 108 comma 2 D.L. 18/2020).

BOLLO
AUTO


loghi
MISURA VALIDA
PER LA LOMBARDIA

Solo per i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Regione Lombardia è prevista (ai sensi della delibera regionale n. 2965 del 23 marzo 2020) la possibilità di pagare il bollo auto, in scadenza dall’8 marzo (dal 23 febbraio per la “zona rossa” lodigiana) al 31 maggio 2020, entro il 30 giugno 2020. Allo stesso modo è prevista la sospensione della riscossione della tassa automobilistica in domiciliazione bancaria; pertanto i versamenti in scadenza nei mesi di marzo, aprile e maggio saranno addebitati, sull’IBAN indicato sul mandato, il 30 giugno 2020. La riduzione del 15% per questi ultimi sarà comunque garantita.

DOCUMENTI

TORNA SU

CARTA D'IDENTITÀ

Proroga validità carta d’identità: tutti i documenti scaduti dal 17 marzo 2020 in poi sono validi fino al 31 agosto 2020 (art. 104 D.L. 18/2020).

PATENTI DI GUIDA

La validità delle patenti di guida in scadenza tra il 31 gennaio e 30 agosto 2020 è prorogata al 31 agosto 2020. La validità dei “fogli rosa” (autorizzazione ex art. 122 C.d.s) in scadenza tra l’1 febbraio e il 30 aprile è prorogata al 30 giugno 2020.

ALTRI DOCUMENTI

Proroga validità certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni, atti abilitativi:
tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020.


Pertanto i permessi di soggiorno in scadenza nel periodo sopra indicato vengono prorogati di validità fino al 15 giugno 2020. La domanda di rinnovo potrà essere presentata dopo il 15 giugno 2020. (art. 103 c.2 D.L. 18/2020

FISCO E TRIBUTI

TORNA SU

PAGAMENTO
CARTELLE

Termini PAGAMENTO CARTELLE: sospeso per quelle in scadenza dall’8 marzo al 31 maggio 2020. Pagamento entro il 30 giugno 2020 in un’unica soluzione (art. 68 D.L. 18/2020).

MOD. 730

Proroga termine presentazione MOD. 730: slitta al 30 settembre 2020 il termine di presentazione del 730/2020, anno d’imposta 2019.

TRIBUTI
REGIONALI


loghi
MISURA VALIDA
PER LA LOMBARDIA

Solo per i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Regione Lombardia è prevista (ai sensi della delibera regionale n. 2965 del 23 marzo 2020) la sospensione della riscossione delle rate in scadenza tra il 31 marzo 2020 e il 31 maggio 2020 dei debiti tributari senza che il contribuente incorra nella decadenza automatica della rateizzazione stessa e purché proceda al pagamento delle rate residue, con cadenza mensile, a decorrere dal 30 giugno 2020.

Solo per i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Regione Lombardia è prevista (ai sensi della delibera regionale n. 2965 del 23 marzo 2020) la sospensione degli adempimenti tributari e dei termini dei versamenti che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 (dal 23 febbraio per la “zona rossa” lodigiana) e il 31 maggio 2020. Tali adempimenti andranno effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020.

Per informazioni visita il sito di Regione Lombardia.

RINUNCIA ALLA
SOSPENSIONE

D.L. 18/2020 Art.71 (Menzione per la rinuncia alle sospensioni) 1.Con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze sono previste forme di menzione per i contribuenti i quali, non avvalendosi di una o più tra le sospensioni di versamenti previste dal presente titolo e dall’articolo 37, effettuino alcuno dei versamenti sospesi e ne diano comunicazione al Ministero dell’economia e delle finanze.
Tale menzione non è prevista per le sospensioni di portata esclusivamente regionale.

SERVIZI UTILI AI CITTADINI

SERVIZI DIGITALI

TORNA SU

ACCESSO
AI SERVIZI
DELLA PUBBLICA
AMMINISTRAZIONE

Con molti sportelli chiusi o ad accesso limitato diventa importante munirsi di credenziali per l’accesso on-line ai servizi della pubblica amministrazione (PA).
Ai servizi è possibile accedere tramite iscrizione presso ogni piattaforma e creazione di utente e password, tramite carta nazionale dei servizi se muniti di lettore per smart card oppure:

TRAMITE SPID
il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Per attivare SPID www.spid.gov.it www.spid.gov.it.

TRAMITE CARTA IDENTITÀ ELETTRONICA
Da un lavoro congiunto tra il Ministero dell’Interno e Poligrafico e Zecca dello Stato si è concretizzata, a partire dal 6 aprile 2020, la possibilità di accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione utilizzando lo smartphone e la CIE - Carta di Identità Elettronica 3.0 (quella dotata della tecnologia NFC che serve per i pagamenti via cellulare).
Tra i servizi ai quali si potrà accedere ci sono quelli previdenziali dell’INPS, servizi sanitari o anagrafici di Regioni e Comuni che già permettono l’accesso con la Carta d’Identità Elettronica.
L’utente potrà identificarsi tramite “Entra con CIE”, senza dovere più utilizzare un dispositivo di lettura contactless collegato al computer, ma lo potrà fare attraverso il proprio smartphone con l’applicazione “CIE ID”. Il servizio è già disponibile per il sistema operativo Android e a breve sarà esteso anche ai sistemi iOS.
Vedi sito Ministero Interno.

IO: LA APP
DEI SERVIZI
PUBBLICI

Dal 18 aprile 2020 è possibile scaricare dagli store di Apple e di Google l’applicazione IO. Questa App permette di interagire facilmente con diverse Pubbliche Amministrazioni, locali o nazionali, raccogliendo tutti i loro servizi, comunicazioni, pagamenti e documenti in un’unica app, in modo sicuro. Con IO sarà possibile (al momento sono attive solo poche di queste funzionalità) effettuare pagamenti, consultare documenti, fare iscrizioni (a scuola ad esempio) ricevere messaggi, avvisi, comunicazioni, da qualunque Ente pubblico, tutto dentro un’unica app.
Tra i servizi già attivi vi è il modulo di autodichiarazione che si può compilare direttamente da smartphone senza necessità di stamparlo. Per utilizzare IO è necessario essere in possesso di SPID o di Carta d’Identità Elettronica (CIE). Per informazioni visita il sito.

SOLIDARIETÀ
DIGITALE

Numerose possibilità gratuite per lo studio, il tempo libero, le imprese, i professionisti e le famiglie sono reperibili sul sito.

ASSISTENZA
PER UTILIZZO
STRUMENTI
DIGITALI


loghi
MISURA VALIDA
PER LA LOMBARDIA

Dal 23 marzo è disponibile un servizio per aiutare i cittadini lombardi nell’utilizzo degli strumenti digitali necessari per la vita quotidiana ai tempi del Coronavirus. È possibile accedere al servizio chiamando il numero verde 800.318.318 da rete fissa o 02 3232 3325 (a pagamento) da rete mobile.

Si tratta di un servizio regionale di solidarietà digitale che fornisce informazioni per:

  • accedere ai servizi di consegna della spesa e farmaci a domicilio
  • consultare le ricette e i referti on-line senza la necessità di recarsi negli ambulatori
  • utilizzare strumenti di chat e videochiamate per mettersi in contatto con i propri cari
  • rimanere informati sul fenomeno Coronavirus dai siti istituzionali
  • prendere visione delle principali misure e iniziative a livello locale delle singole amministrazioni
  • avere informazioni per trascorrere momenti di svago e di approfondimento culturale in casa

Il servizio è attivo 7 giorni su 7 dalle 8.00 alle 20.00.

CONTRIBUTO
E-LEARNING


loghi
MISURA VALIDA
PER LA LOMBARDIA

Con la misura “Pacchetto famiglia” la Regione Lombardia intende concedere contributi straordinari per l’acquisto di strumentazione idattica per l’e-learning a sostegno delle famiglie che si trovano a vivere condizioni di temporanea difficoltà a seguito dell’emergenza Covid-19.
Il contributo e-learning consiste in un una tantum pari all’80% delle spese sostenute fino ad un massimo di euro 500,00 a nucleo familiare per l’acquisto di pc fisso o portatile o tablet con fotocamera e microfono. Non è previsto minimo di spesa.
La domanda di contributo potrà essere presentata, esclusivamente online, a partire dal 4 maggio 2020 e fino all’11 maggio 2020. n.b.: l’accesso a questo contributo non è cumulabile con il “contributo pagamento mutui prima casa” previsto dalla medesima misura “Pacchetto famiglia”.
Per conoscere requisiti e modalità di accesso al contributo accedere a questo link.

SALUTE

TORNA SU

RICETTA MEDICA
DEMATERIALIZZATA

Con Ordinanza della Protezione civile n. 651 del 19 marzo 2020, è prevista la possibilità di ottenere il Numero Ricetta Elettronico (NRE) delle ricette per la prescrizione di farmaci direttamente tramite e-mail, sms o comunicazione telefonica.

In tal modo non sarà più necessario andare dal medico per la prescrizione delle ricette e il rilascio del promemoria cartaceo. Sarà possibile recarsi in farmacia per il ritiro dei farmaci solamente con il numero della Ricetta Elettronica Dematerializzata (codice NRE) e la Tessera Sanitaria-CNS.

Per i cittadini che hanno registrato l’indirizzo e-mail e il numero di cellulare sul sito del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) o su altri servizi digitali di Regione Lombardia tramite autenticazione forte (OTP, SPID o CNS), a partire dal 3 aprile 2020, è avviato in automatico un servizio di invio del codice della ricetta (NRE).
Sempre dal 3 aprile, limitatamente al periodo dell’emergenza COVID-19, sulla home page del sito del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), chiunque volesse attivare il servizio di notifica tramite SMS, ma non ha mai avuto modo di accedere al sito del FSE e non dispone delle credenziali di autenticazione, può attivare il servizio di invio del codice della ricetta (NRE) via SMS senza necessità di autenticazione. A conclusione dello stato di emergenza COVID-19 il servizio di invio notifica così attivato sarà sospeso.
Per maggiori dettagli consultare il sito di Regione Lombardia.

CONSEGNA
GRATUITA FARMACI
A DOMICILIO


loghi
MISURA VALIDA
PER LA LOMBARDIA

Oltre ad eventuali servizi già attivati in sede locale, in tutta la Lombardia è attivo un accordo tra Federfarma Lombardia e Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lombardia per garantire la consegna a domicilio dei farmaci a favore di soggetti anziani, non autosufficienti ovvero con sintomi/affetti/in quarantena da virus COVID-19. “CRI Pronto farmaco” è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00, chiamando il numero 02.3883350. Il servizio è gratuito, l’utente sostiene solo i costi legati all’acquisto del farmaco.

DESTINATARI
Persone in possesso di prescrizione medica (o con codice NRE della ricetta):

  • oltre i 65 anni;
  • non autosufficienti;
  • sottoposte alla misura della quarantena o risultati positivi al virus COVID-19.
Per maggiori dettagli sul funzionamento del servizio consulta il sito di Regione Lombardia.

SPESA A CASA

TORNA SU

CONSEGNA
SPESA A DOMICILIO


loghi
MISURA VALIDA
PER LA LOMBARDIA

“Negozi a casa tua” è l’iniziativa promossa da Regione Lombardia e ANCI in collaborazione con le principali associazioni di categoria. L’iniziativa vuole dare una risposta concreta alle necessità di approvvigionamento della cittadinanza. I commercianti, artigiani e produttori agricoli che aderiscono all’iniziativa si rendono disponibili a consegnare a domicilio i generi consentiti dalla normativa vigente e si impegnano a rispettare la correttezza delle transazioni con i clienti, per le quali restano gli unici responsabili.

Per sapere dove è attivo il servizio è possibile consultare il portale Open Data Lombardia, verificare direttamente i siti Internet dei Comuni oppure chiamare il call center di Regione Lombardia, numero verde 800 318 318 gratuito da rete fissa, 02 32323325 da rete mobile e dall’estero.

PENSIONE A DOMICILIO

TORNA SU

CONSEGNA
PENSIONE
A DOMICILIO


Il 6 aprile 2020 è stato stipulato un accordo tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri per permettere a questi ultimi il ritiro e la consegna a domicilio delle pensioni delle persone ultrasettantacinquenni che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che facciano richiesta di usufruire del servizio. In base alla convenzione i Carabinieri si recheranno presso gli sportelli degli Uffici Postali per riscuotere le indennità pensionistiche per poi consegnarle al domicilio dei beneficiari che ne abbiano fatto richiesta a Poste Italiane rilasciando un’apposita delega scritta. I pensionati potranno contattare il numero verde 800 55 66 70 messo a disposizione da Poste o chiamare la più vicina Stazione dei Carabinieri per richiedere maggiori informazioni.
Il servizio non potrà essere prestato a favore di chi:

  • abbia già delegato altri alla riscossione
  • abbia un libretto o un conto postale
  • viva con familiari o questi vivano nelle vicinanze dell’anziano
Per ulteriori informazioni vedi sito di Poste Italiane.

RIMBORSI

Con i recenti provvedimenti del Presidente del Consiglio dei Ministri è previsto che sino al 3 maggio* 2020 p.v., si eviti ogni spostamento delle persone fisiche, salvo quelli determinati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute. Il decreto consente il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Alla luce di tali provvedimenti, i viaggi da effettuarsi per motivazioni differenti da quelle espressamente contemplate, potranno essere annullati e attribuiranno il diritto a ricevere un rimborso nei tempi e nelle modalità stabilite dalle disposizioni vigenti per quanto riguarda i trasporti, i soggiorni e i pacchetti turistici prenotati.

Il D.L. 17 marzo 2020 n.18 ha introdotto, all’art. 88, disposizioni relative al rimborso dei contratti di soggiorno e alla risoluzione dei contratti di acquisto di biglietti per spettacoli, musei e altri luoghi della cultura, non contemplate dalle misure precedentemente emanate. Alcune aziende stanno predisponendo forme di rimborso per abbonamenti già acquistati; si consiglia di visitare i rispettivi siti per verificare quali sono le condizioni e le modalità di accesso agli eventuali rimborsi.


*Si consiglia di monitorare eventuali nuovi provvedimenti legislativi che dispongano modifiche o proroghe delle disposizioni attualmente vigenti.

CON IL CONTRIBUTO DI
loghi

Privacy Policy Cookie Policy